DETTAGLIO NEWS
17-06-2014 - Arte & Cultura
Angri: Presentazione del volume “Ti ho visto nel buio”
Un libro di storie di donne che hanno avuto il coraggio di riconoscersi madri

È prevista per lunedì 23 giugno alle ore 20,30 presso il salone della Cittadella della Carità di Angri, via Adriana 18, la presentazione del volume “Ti ho visto nel buio”. Storie di donne che hanno accolto la vita, curato da Ida Giangrande e pubblicato da Editrice Punto Famiglia

Il volume nasce dall’ esperienza di Progetto Famiglia, un ampio movimento di volontariato e solidarietà che opera sul territorio e che offre a bambini, madri e famiglie in difficoltà, percorsi di sostegno e accoglienza. Il libro raccoglie vent’anni di storia di Progetto Famiglia e il suo impegno a difesa della Vita, i 1120 colloqui avuti con donne intenzionate ad abortire e i 390 bambini aiutati a venire alla luce, le storie vere di Elisa, di Giovanna, di Chiara, di Flora, di Paola e di molte altre donne che hanno incrociato la loro vita con quella dei volontari del Progetto Gemma. Per Giovanna Abbagnara, presidente di Editrice Punto Famiglia, “il testo è pubblicato nella speranza che possa aiutare molte altre donne ad accogliere il dono della vita, a vedere nel proprio grembo il figlio che le è stato affidato”.

Alla presentazione interverrà  il sen. Lucio Romano, dirigente ginecologo presso il Dipartimento Scienze Ostetrico Ginecologiche dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, già presidente dell'associazione Scienza e Vita, Consigliere nazionale Associazione Medici Cattolici Italiani e promotore di una serie di interrogazioni parlamentari a difesa della vita e della famiglia, l’autrice e don Silvio Longobardi fondatore di Progetto Famiglia, oltre alle donne, le vere protagoniste e i volontari che don Silvio nell’introduzione del libro definisce i marines della vita.  Questo libro la casa editrice ha voluto dedicarlo: “a  tutte le donne che hanno atteso e accolto la vita con stupore e ingenuità, a quelle mamme che hanno avuto il coraggio di dire sì alla vita anche quando presentava i segni della passione. Alle donne che hanno avuto paura ed hanno spento la scintilla della vita, ai volontari che ogni giorno lottano a mani nude per dare voce ai bambini. Ma prima di tutto questo libro è dedicato a Giovanni Paolo II, il Papa della vita, che ci ha insegnato ad amare la vita, ogni vita, come dono inestimabile di Dio”.