DETTAGLIO NEWS
09-02-2015 - Cronaca
POMPEI: VIA RIPUARIA, REPLICA AD ALIBERTI

"Il sindaco di Scafati Pasquale Aliberti  deve avere le idee un po’ confuse.  La chiusura di via Ripuaria è dettata dall’esigenza di tutelare l’incolumità non solo dei cittadini di Pompei, ma anche di quelli di Scafati che la percorrono ogni giorno. La sede stradale sta lentamente sprofondando a causa dell’erosione degli argini del fiume. Il Grande Progetto Sarno, la vasche di laminazione e raccolta delle acque reflue non c’entrano assolutamente niente.  Prima di arrivare alla decisione di chiudere via Ripuaria e il Ponte Izzo ho ascoltato tecnici e consulenti, seguito le indicazioni di Vigili del Fuoco e Prefettura. Tutti gli aspetti sono stati sviscerati nel corso di alcune riunioni a cui hanno preso parte, tra l’altro, il capo dell’ufficio tecnico del Comune di Scafati e un rappresentante di Aliberti stesso, nella persona dell’assessore ai lavori Pubblici Raffaele Sicignano. La decisione non è stata presa su due piedi, né a cuor leggero. Con costanza siamo riusciti a strappare al genio Civile alcuni lavori di somma urgenza di cui beneficerà anche la città di scafati perché alcuni ricadono nel territorio di Scafati, appunto. Non solo solito fare sterili polemiche o attribuire false dichiarazioni a chicchessia. Non ho mai detto di essere contro il Grande Progetto Sarno. Non ho idea di quali siano le fonti del collega Aliberti, ma evidentemente non sono bene informate. Il grande Progetto Sarno rappresenta un altro grande capitolo che apriremo al momento opportuno e lo valuterò con attenzione e senza alcun tipo di preclusione mentale, così come sono abituato a fare. Adesso la priorità è garantire la sicurezza dei cittadini, Aliberti farebbe bene a preoccuparsene anche lui".