DETTAGLIO NEWS
28-10-2015 - Cronaca
EMERGENZA SANNIO AGRINSIEME CAMPANIA LANCIA LE SUE PROPOSTE ALLA POLITICA

Dichiarazione dello stato di emergenza, proroga dei termini per la rendicontazione del PSR 2007/13, apertura della Misura prevista per le calamità naturali, supplemento di assegnazione di gasolio agricolo, anticipazione al 100% del premio PAC, azioni sul credito: sono solo alcune delle soluzioni concrete, raccolte in un Documento, che Agrinsieme Campania propone alla politica per la salvaguardia del Sannio e delle imprese. Di seguito il commento del Coordinatore Di Massa.

“Non è tempo di polemizzare sui danni nel Sannio. Per sostenere le imprese alluvionate è fondamentale che le Organizzazioni e le Istituzioni siano coese e uniscano le energie e le idee. Per questo le sigle che animano il Coordinamento di Agrinsieme si sono sedute a tavolino e si sono confrontate sulle azioni concrete che la Regione Campania, il Governo centrale e la Comunità Europea potrebbero adottare per sostenere le aziende. Sono solo alcuni interventi che riteniamo prioritari, spunti che abbiamo trascritto in un Documento nell’ottica di una collaborazione inter partes con la politica. Certo, tanto è stato fatto, anche con un impegno straordinario, da parte dei nostri rappresentanti politici regionali e nazionali, che ringraziamo. Ma per il bene della nostra terra possiamo, insieme, osare di più”.

“Sollecitiamo le Istituzioni affinché dichiarino lo stato di emergenza e insistiamo sul ritardare i termini per la rendicontazione del PSR 2007/2013, rispetto al quale proponiamo anche la riapertura della Misura prevista per le calamità naturali. Chiediamo poi un supplemento di assegnazione di gasolio agricolo, un’anticipazione al 100% del Premio PAC e il ripristino dei vigneti distrutti, dal momento che molti viticoltori non possono più godere di agevolazioni per la riconversione. E ancora, interventi straordinari da parte degli istituti di credito e un impegno forte sul tema del clima, anche in vista della conferenza di Parigi. Le nostre proposte, se attuate, permetteranno alle aziende agricole ed agroalimentari di monetizzare e di pensare al futuro prossimo. Perché è a questo che le imprese hanno voglia di pensare, contro ogni subdolo tentativo di speculazione”.

Queste le parole di Alfonso Di Massa, Coordinatore di Agrinsieme Campania, il Coordinamento tra l’Alleanza delle Cooperative Italiane Campania, settore agroalimentare, Cia Campania, Confagricoltura Campania e Copagri Campania.

E conclude Di Massa: “Invieremo il nostro Documento alla politica e chiederemo il confronto sui singoli punti. Lavoriamo per il Sannio, con il Sannio”.