DETTAGLIO NEWS
22-04-2016 - Sport Basket
ULTIMO E DECISIVO TURNO DI STAGIONE REGOLARE: SCAFATI ATTENDE FERENTINO

Scorrono i titoli di coda della stagione regolare del campionato di serie A2. Sabato sera, ore 21:00, si disputeranno in contemporanea tutte le gare del girone est ed ovest, valevoli per l’ultima giornata della regular season. Nel girone ovest, gli ultimi 40’ saranno decisivi per le prime sei posizioni della classifica: in soli quattro punti ci sono ben sei squadre (Scafati e Tortona a 38, Ferentino e Agropoli a 36, Siena e Agrigento a 34) e l’ultimo turno prevede per giunta due scontri diretti, quello tra Givova Scafati ed FMC Ferentino e quello tra O.R.S.I. Tortona e Bcc Agropoli, mentre il Moncada Agrigento sarà impegnato sul parquet della Paffoni Omegna (già condannata alla penultima posizione e quindi ai play-out) e la Mens Sana Siena affronterà tra le mura amiche l’Angelico Biella (a caccia dei due punti in palio, che potrebbero ancora aprire loro le porte dei play-off).
Agli scafatesi basterà imporsi contro i frusinati per avere la certezza del primo posto finale, che significherebbe iniziare la seconda fase stagionale dal miglior piazzamento possibile, quello che garantirebbe loro, almeno fino in finale, di disputare l’eventuale spareggio di ciascun turno play-off tra le mura amiche del PalaMangano. Fattore questo sicuramente importante, ma non decisivo, come dimostrato dall’andamento stagionale del campionato e più volte ribadito dallo staff tecnico gialloblù. In caso di eventuale sconfitta, il posizionamento in graduatoria della compagine dell’Agro potrebbe oscillare fino al quarto, a seconda dell’eventuale passivo subito in quest’ultimo turno e del risultato proveniente dal PalaOltrePo di Voghera nell’altro scontro diretto. Ipotesi queste che la società non intende neppure valutare, essendo forti le motivazioni del team verso la conquista del successo nel prossimo match interno contro FMC Ferentino, anche per dare un calcio all’ultima sconfitta contro Acea Roma e fare il carico di fiducia ed ottimismo, in vista dell’imminente inizio dei play-off.
L’avversario di turno si presenta al PalaMangano con un biglietto da visita importante, fatto di undici vittorie e solo tre sconfitte in tutto il girone di ritorno. Un cammino stellare che, rimarcato dalla successione alla guida tecnica da Fucà (esonerato) ad Ansaloni (suo assistente), ha permesso ai bianco-amaranto di risalire la china e raggiungere quelle posizioni della graduatoria dove, sin dallo scorso settembre, erano stati collocati di diritto dagli esperti del settore, che li davano tra i principali indiziati alla vittoria finale ed al conseguente salto di categoria.
D’altronde, l’organico laziale non ha nulla da invidiare alle prime della classe di entrambi i gironi. Gli uomini che compongono il quintetto base sono garanzia di esperienza, freschezza e solidità allo stesso tempo. Le principali bocche da fuoco sono i due statunitensi Raymond (ala grande da 15,3 punti di media a partita, con il 44% di realizzazione da tre punti ed il 90% ai liberi) e Bowers (guardia da 12,2punti e 4,3 assist di media a gara, con il 61% di realizzazione da due punti), ai quali si accompagnano il centro Gigli (ex nazionale da 7,8 rimbalzi di media a gara), il playmaker Imbrò (10,6 punti di media a gara) e l’ala piccola Raspino. Dalla panchina, poi, spuntano nomi interessanti, come quello del veterano playmaker Bulleri, della guardia Carnovali, dell’ala grande Benevelli, del centro Benvenuti e della giovane ala piccola Mazzantini. Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Stiamo attraversando un periodo delicato dal punto di vista fisico-sanitario, ma i ragazzi stanno stringendo i denti per essere in campo, nonostante le precarie condizioni. Di conseguenza, abbiamo trovato qualche difficoltà inattesa, ma il margine di punti di distacco ci ha permesso di conquistare la vetta già tempo addietro, di conservarla fino ad oggi e di giocarcela nell’ultima gara, dinanzi al pubblico amico. La prima piazza conquistata e preservata così a lungo è per noi motivo di vanto: siamo infatti riusciti a centrare l’obiettivo di chiudere la stagione regolare nei primi quattro posti. Affrontiamo Ferentino, che sta disputando un girone di ritorno super, ma noi vogliamo vincere per chiudere in vetta, per avvicinarci ai play-off nelle migliori condizioni. Ci troveremo di fronte una squadra molto esperta che, all’inizio della stagione, insieme a Verona era data come la principale indiziata alla vittoria finale e al salto di categoria e che sta rispettando i pronostici. Sarà un test molto stimolante per noi in ottica play-off, nei quali proveremo a dire la nostra, anche se le altre società stanno ampliando in questo momento l’organico e si preparano nel migliore dei modi alla seconda fase, che deciderà l’unica promozione in massima serie. Ferentino non è solo i due americani, la coppia di playmaker o il lungo Gigli, ma anche Raspino, Benevelli e Carnovali (uno dei giovani più promettenti di questo campionato). Mi auguro che la gente venga al palazzetto a sostenerci, perché abbiamo bisogno di supporto, tifo e calore per giocare questa partita importante, vincere e chiudere al primo posto». Dichiarazione del capitano Patrick Baldassarre: «Abbiamo fatto un percorso duro, tortuoso, ma gratificante e siamo pronti a dare il massimo già da sabato e fino alla fine. Per conquistare un sogno, ognuno, da squadra a staff e tifosi può e deve fare ora qualcosa in più per permetterci di arrivare lontano. Siamo un gruppo affiatato, reduce da una brutta figura a Roma, che vuole riscattarsi subito, trasformando la rabbia in adrenalina ed in energia positiva. Adesso abbiamo bisogno che tutti ci siano vicini e ci accompagnino lungo il cammino, rinviando le eventuali critiche solo quando usciremo di scena a testa bassa. Non eravamo fenomeni prima, non siamo diventati scarsi adesso; un calo mentale ci può stare, ma troveremo di sicuro nei play-off gli stimoli giusti per dare il massimo ed uscire sempre dal campo a testa alta. Ferentino è una delle squadre accreditate alla promozione, che ha avuto qualche difficoltà ad inizio anno ed ora è pronta per i play-off. Sarà una gara dal grande clima, nelle quali si vede chi ha carattere, chi è vincente e a noi non resta altro da fare che entrare in campo e dimostrarlo. Daremo il massimo, con grande concentrazione, e chiedo al pubblico di starci vicino: quello di Scafati è un campo caldo ed è giunto il momento di dimostrarlo».
Arbitreranno l’incontro i sig.ri Beneduce Nicola di Caserta, Cappello Calogero di Porto Empedocle (Ag) e Caforio Angelo di Brindisi.
La partita sarà trasmessa, oltre che in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP TV Pass”), anche in diretta radiofonica sui 92,50 mhz di Radio Sant’Anna (media partner della Givova Scafati) e in streaming sul sito internet www.radiosantanna.it. Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi (tasto 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 21:00) e, in replica, mercoledì (ore 15:25).
Infine, come già accaduto nel corso delle precedenti sfide interne contro la Bermè Reggio Calabria, la Paffoni Omegna, la Novipiù Casale Monferrato, il Bcc Agropoli, l’Angelico Biella e La Briosa Barcellona, per premiare la fiducia dei propri sostenitori e la fedeltà degli abbonati, al termine della gara interna di domenica contro FMC Ferentino, coloro che avranno preventivamente esibito il titolo di ingresso al PalaMangano (biglietto o tessera) presso il gazebo allestito da Givova, potranno partecipare all’estrazione dell’ultimo di sette ticket messi a disposizione dalla società, per assistere al concerto di Vasco Rossi, a Roma (Stadio Olimpico), il prossimo 26 giugno.