DETTAGLIO NEWS
05-05-2016 - Sport Basket
SCAFATI CALA IL BIS, VA SUL 2-0 CONTRO VERONA E IPOTECA IL PASSAGGIO DEL TURNO

La Givova Scafati concede il bis e compie un passo importante verso il passaggio del primo turno play-off. Così come era già accaduto in gara-uno, con una prova di squadra fatta di difesa forte ed aggressiva, mista a tanta concentrazione e determinazione, il team gialloblù è riuscito a superare di nuovo, a distanza di due giorni, la Tezenis Verona. Ma quanta fatica per i ragazzi scafatesi, che hanno dovuto faticare e sudare parecchio, finanche al tempo supplementare, per piegare la resistenza degli scaligeri, autori fin qui di due sfide dagli elevati valori tecnici ed atletici.

Due spettacolari gesti tecnici di Simmons (stoppata e schiacciata) inaugurano la sfida, mentre Miller fa prendere uno spavento ai suoi, per una botta rimediata al volto, che per fortuna si rivela nulla di grave, tant’è che, dopo poco più di un minuto di assenza dal parquet, è pronto a rientrare per dare manforte ai compagni che, nel frangente, sono andati sotto 0-5 a 7’19’’ e li aiuta, con Rice, a rientrare (5-5 a 6’34’’). Salgono in cattedra Portannese e Simmons, che provano ad allungare (9-5 a 5’52’’) e spingono Scafati avanti 14-5 a 3’38’’. Un mini parziale di 0-5 sembra rimettere in pista i viaggianti (14-10 a 2’09’’), ricacciati sotto da due triple di fila di Loschi (22-14 a 22’’), prima di chiudere la terza frazione 22-17, grazie ad una bomba di Saccaggi.

Con aggressività in difesa e precisione in attacco, i padroni di casa provano a pigiare il piede sull’acceleratore (27-20 a 8’29’’), ma la risposta veneta è affidata a Da Ros e Spanghero, che riportano in equilibrio la sfida (27-25 a 6’10’’) e costringono coach Perdichizzi al time-out. Con un piccolo vantaggio, i locali riescono a restare in testa fino all’intervallo (35-31).

Dagli spogliatori rientra in campo una Tezenis volitiva, che, con Spanghero, Michelori e Miller ricuce lo strappo e addirittura si porta in vantaggio 35-39 a 7’43’’. Con gli attacchi che hanno ragione delle rispettive difese, tenendo basso il punteggio, la sfida scorre via equilibrata (44-44 a 2’) e nervosa fino al termine della frazione (48-47).

L’equilibrio tiene banco anche nell’ultimo periodo, fino a quando Spizzichini e Portannese spingono avanti 54-59 a 7’37’’ la squadra di casa, che subisce l’immediato ritorno di Saccaggi e Miller (54-54 a 6’). La gara scorre via senza padrone (60-60 a 2’) e resta tale fino all’ultima azione, nella quale, per un errore di Portannese ai liberi a 6’’ dalla fine, finisce in parità (66-66), spedendo la sfida all’over time.

Sono gli episodi a decidere la contesa, con la squadra locale, trascinata da Mayo, brava ad andare a segno nelle ultime e decisive azioni, soprattutto ai liberi, che hanno regalato il successo per 79-76 alla Givova Scafati.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Sapevamo che dopo la vittoria di gara uno, la seconda partita sarebbe stata più complicata in termini di intensità, difesa e tattica. Da entrambe le parti abbiamo difeso forte e bene, sia perché sono partite di play-off e quindi tiratissime, sia perché Verona è una signora squadra. Non è stato facile andare sul 2-0, però lo abbiamo meritato, in virtù di una buona resistenza fisica e mentale, che ci ha permesso di non far scappare Verona, grazie all’aggressività, e di non far prendere fiducia agli avversari. La differenza l’hanno fatta le piccole cose, ma in generale la vittoria è stata della squadra, che ha giocato con il cuore, con grinta, determinazione, fiducia e compattezza. Se resteremo uniti, potremo vincere contro chiunque. Anche la ripartizione dei punti dimostra che abbiamo giocato bene e di squadra. Abbiamo bisogno di un’altra partita per chiudere la serie, ma sappiamo che a Verona sarà dura. Siamo pronti, così come abbiamo già fatto svariate volte nel corso della stagione regolare, vincendo più partite di tutti fuori casa».

I TABELLINI

GIVOVA SCAFATI 79

TEZENIS VERONA 76

GIVOVA SCAFATI: Portannese 15, Di Palma n. e., Crow 5, Spizzichini 10, Rezzano 2, Melillo n. e., Baldassarre 4, Ammannato 2, Mayo 14, Simmons 15, Loschi 12. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Di Martino Umberto

TEZENIS VERONA: Bernardi n. e., Saccaggi 15, Ricci 3, Petronio n. e., Cortese 3, Corral 4, Michelori 14, Da Ros 4, Rice 14, Miller 13, Spanghero 6. ALLENATORE: Crespi Marco. ASS. ALLENATORE: Quarta Gianluca e Dall’Ora Michele.

ARBITRI: Boscolo Enrico di Chioggia (Ve), Wassermann Stefano di Trieste e Solfanelli Leonardo di Livorno.

NOTE: Parziali: 22-17; 13-14; 13-16; 18-19; 13-10. Tiri totali: Scafati 25/66 (38%); Verona 27/66 (41%). Tiri da due: Scafati 15/41 (37%); Verona 18/37 (49%). Tiri da tre: Scafati 10/25 (40%); Verona 9/29 (31%). Tiri liberi: Scafati 19/26 (73%); Verona 13/19 (68%). Falli: Scafati 18; Verona 24. Usciti per cinque falli: Saccaggi, Rice. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Scafati 44 (32 dif.; 12 off.); Verona 42 (33 dif.; 9 off.). Palle recuperate: Scafati 15; Verona 5. Palle perse: Scafati 6; Verona 15. Assist: Scafati 28; Verona 13. Stoppate: Scafati 2; Verona 0. Spettatori: 2.000 circa.