DETTAGLIO NEWS
21-09-2012 - Arte & Cultura
NAPOLI: QUINTA CROCIERA DELLA MUSICA NAPOLETANA
PARTE IL QUINTO VIAGGIO DI PROMOZIONE DELLA CULTURA NAPOLETANA IN GIRO PER IL MEDITERRANEO - SOLD OUT

Gli artisti della canzone hanno schiarito la voce, mentre le tele dei maestri delle arti figurative sono pronte per trasformarsi in capolavori estemporanei da dipingere direttamente a bordo.

Partirà domani dalla Stazione Marittima di Napoli, a bordo di MSC Orchestra, la quinta edizione Crociera della Musica Napoletana, il convegno itinerante organizzato dall’agenzia di viaggi vomerese Scoop Travel Service,dedicato alla promozione dell’espressione artistica partenopea, che per una settimana attrarrà crocieristi provenienti di tutto il mondo attraverso i porti di Livorno, Nizza, Valencia, Ibiza, Tunisi e Catania.

Ospite d’onore della kermesse Sal da Vinci, un artista che rappresenta alla perfezione il connubio tra i classici della canzone napoletana e le moderne contaminazioni del pop, che interpreterà nel teatro della nave brani provenienti dal suo ultimo lavoro discografico e riproposizioni delle pietre miliari della melodia napoletana.

Nel corso della crociera si esibiranno inoltre l’Ensemble Napulantica, affiatata orchestra acustica salernitana recentemente venuta alla ribalta; Antonio Siano, allievo prediletto del compianto Sergio Bruni; Gianni Aversanocon il Trio Napolincanto,eclettico complesso di strumenti a plettro specializzato nella canzone macchiettistica e Francesca Marini, veterana della crociera della musica napoletana ad aggiungere un tocco di femminilità all’iniziativa.

A curare le conferenze di approfondimento sulle grandi tematiche della storia della canzone napoletana, l’etnomusicologo Pasquale Scialò, che racconterà la genesi delle numerose sfaccettature dei classici partenopei accompagnandosi ad inediti materiali multimediali ed esibizioni dal vivo degli artisti del cast.

A rappresentare le arti figurative, il “pittore brigante” Cuono Gaglione, l’artista-scultore contemporaneo Marco Abbamondied un ritrattista che ama definirsi “artista del passato nel terzo millenio”, il salernitano Stefano Trapanese.

Non mancheranno inoltre sorprese e colpi di scena nel corso della crociera, evento che si configura, nonostante il fundraising assolutamente privato, sempre più di primo piano nel quadro delle iniziative campane atte a valorizzare le eccellenze territoriali di una regione che ha tanto da offrire ai suoi potenziali fruitori