DETTAGLIO NEWS
31-10-2016 - Cronaca
Sorrento attende la Missione Mariana del Rosario
Dal 5 al 14 novembre, l’Icona Pellegrina della Vergine del Rosario di Pompei sarà accolta presso la Chiesa Santa Maria delle Grazie per nove giorni di preghiera e riflessione proposti dalla Comunità delle Monache Domenicane

Il Monastero di Santa Maria delle Grazie di Sorrento (Na) riceverà dal 5 al 14 novembre prossimi la Missione Mariana del Rosario del Santuario di Pompei, guidata da monsignor Francesco Paolo Soprano. In occasione del 450° anniversario di fondazione dello storico Monastero e della visita dell’Icona Pellegrina della Vergine del Rosario, la Comunità delle Monache Domenicane proporrà giornate di preghiera e di riflessione aperte a tutti.

Fondato dalla nobildonna Berardina Donnorso per garantire l’accoglienza e l’assistenza alle fanciulle orfane della città di Sorrento, l’istituzione prese vita per il medesimo motivo per cui, per volontà del Beato Bartolo Longo, sorsero le opere di carità annesse al Tempio mariano di Pompei: accogliere i minori soli, orfani o abbandonati, e figli e figlie di carcerati. Dunque, le giornate di Missione saranno occasione anche per riflettere sui punti che accomunano i due carismi.

Per la ricorrenza è stato organizzato un fitto calendario di eventi. Il Quadro della Vergine che giungerà con la Missione sarà accolto alle 17.00 di sabato 5, in Piazza Tasso, dall’Arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, Monsignor Francesco Alfano, e dal Sindaco della città, Giuseppe Cuomo. L’Icona sarà esposta nella Chiesa Santa Maria delle Grazie fino a lunedì 14. I giorni di Missione avranno inizio con la santa Messa presieduta proprio dall’Arcivescovo Alfano alle 18.00. Domenica 6, a presiedere la celebrazione delle 18.00 sarà Monsignor Tommaso Caputo, Arcivescovo di Pompei. 

Ogni giorno, poi, sono previsti momenti di preghiera, alcuni dei quali saranno dedicati ad un tema in particolare. Lunedì 7, sarà la Giornata degli Ammalati. Culmine di questa giornata sarà, alle 16.00, la Lectio divina sul Vangelo di Giovanni (2,1-11): “Qualsiasi cosa vi dica, fatela”, proposta da don Carmine De Angelis, cappellano dell’ospedale di Sorrento, con la partecipazione della comunità dei fedeli, degli ammalati, della Cappellania dell’ospedale e dei Volontari AVO ed Unitalsi-Penisola Sorrentina. Subito saranno ascoltate alcune testimonianze.

Martedì 8, Giornata Domenicana, alle 10.30 ci sarà una riflessione sul Rosario proposta dai Frati Novizi OP, seguita dalla recita della preghiera mariana. Alle 18.00, la celebrazione eucaristica presieduta per l’occasione da P. Francesco La Vecchia OP, Provinciale dei Domenicani dell’Italia Meridionale.

Mercoledì 9 e giovedì 10, saranno scandite da importanti momenti di riflessione proposti, rispettivamente dalle Religiose della Diocesi Sorrentina e dalla Comunità Tabor, che il 10, alle 20.30, animerà anche l’adorazione eucaristica guidata da don Fabio Di Martino.

Venerdì 11, invece, sarà dedicata alla Misericordia. Alle 10.00, Don Luigi Di Prisco, Rettore della Basilica di Sant’Antonio, presiederà la Liturgia Penitenziale. Alle 18.00, Padre Marco Salvati OP, Delegato Arcivescovile per la Comunità delle Monache di Sorrento, presiederà la celebrazione eucaristica. Alle 19.00, infine, la Lectio del prof. Padre Vincenzo Battaglia OFM, Ordinario di Teologia e Presidente della Pontificia Accademia Mariana Internazionale.

Momenti salienti degli ultimi giorni di Missione, saranno la celebrazione eucaristica delle 18.00 di sabato 12, presieduta da monsignor Soprano, quella di domenica 13, sempre alle 18.00, celebrata dall’Arcivescovo Alfano e, infine, quella delle 11, di lunedì 14, presieduta da don Mario Cafiero, Vicario Generale della Diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia. Quest’ultima celebrazione sarà seguita dalla recita della Supplica e dalla partenza dell’Icona Pellegrina che farà il suo ritorno a Pompei.