DETTAGLIO NEWS
04-01-2017 - Sport Basket
ESORDIO COL BOTTO NEL 2017: SCAFATI SUPERA LA CAPOLISTA BIELLA

Meglio di così non poteva cominciare il nuovo anno per la Givova Scafati. Al PalaMangano, nella prima gara ufficiale del 2017, il team di casa ha superato 94-80 l’Angelico Biella, capolista del girone ovest del campionato di serie A2, compiendo una autentica impresa. Sei atleti in doppia cifra e 62% di realizzazione da tre punti sono solo alcuni dei dati statistici che testimoniano una prestazione convincente e determinata, che rilancia le ambizioni del club gialloblù in ottica salvezza.
Con una granitica difesa e con l’attacco concreto di Fantoni, Naimy e Crow, la Givova Scafati confeziona subito un buon vantaggio (9-0 al 7’), tale da indurre coach Carrea al primo time-out. L’Angelico passa a difendere a zona, si affida alla precisione di Ferguson, ma non riesce a togliere le redini del match dalle mani dei gialloblù (17-7 al 7’; 20-10 al 8’). Naimy, con due triple di fila, ribadisce che per i locali è un buon momento (26-14 al 8’), prima di lasciare campo e canestri agli avversari nel finale del primo periodo (28-21).
Santiangeli, Fantoni e Baldassarre permettono alla Givova di conservare la testa della sfida (37-26 al 14’). Il capitano è costretto a fermarsi momentaneamente per un risentimento muscolare, ma i suoi compagni, trascinati da Ammannato, fanno la voce grossa contro la prima della classe (46-33 al 17’), giocando praticamente alla pari e chiudendo in vantaggio 49-38 all’intervallo.
I gialloblù, con Ammannato e Fantoni indemoniati, mantengono la testa della contesa (55-41 al 23’) e gestiscono con sapienza ogni singolo possesso. Il quarto fallo di Naimy (poi richiamato in panchina) al 26’ manda coach Perdichizzi su tutte le furie, protesta con gli arbitri e si becca un fallo tecnico. I viaggianti, facendo leva sugli statunitensi Hall e Ferguson, provano ad approfittarne (58-52 al 27’; 61-57 al 28’), prima arrivando al minimo svantaggio (63-62 al 29’) e poi impattando (64-64), con un centro di Tessitori (uscito poco dopo per raggiunto limite di falli). L’ultimo centro della frazione, che termina sul 66-64 lo realizza il capitano Baldassarre, rientrato in campo di gran carriera.
La gara si riapre, ma coach Perdichizzi rigetta nella mischia Naimy, che, coadiuvato da Crow e Baldassarre, permette alla Givova di allungare nuovamente (76-72 al 33’; 79-72 al 34’). In campo c’è praticamente una sola squadra, quella di casa, che ristabilisce un ampio margine di distacco (86-72 al 37’) e si avvia a completare una vera e propria impresa, superando 94-80 la capolista del girone ovest.
Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Dobbiamo fare i complimenti alla squadra e al pubblico, che ci ha spinti a compiere una vera e propria impresa, con in campo un solo straniero e senza guardie. Ci abbiamo messo l’anima in campo, ci abbiamo creduto sempre, abbiamo difeso bene e sopperito all’assenza di Johnson e ai problemi di Fantoni e Baldassarre. Lo abbiamo fatto di squadra, creando i nostri vantaggi, prendendo tiri in transizione, aumentando il numero di possessi e rendendoci pericolosi in campo aperto. E’ stata una partita dura, difficile, ma ci siamo attaccati alla nostra difesa, alla voglia di voler vincere a rimbalzo contro la miglior squadra dell’intera categoria in questa speciale classifica. L’attenzione che abbiamo messo nel fare le piccole cose è stata encomiabile, siamo stati sfortunati sul quarto fallo di Naimy, a mio parere inesistente, ma nell’ultimo quarto ho deciso di gettarlo nella mischia, per creare subito il vantaggio e gestirlo fino alla fine, come poi è accaduto. Abbiamo colto due punti di grande importanza per la classifica, perché Biella, tranne contro Trapani e Reggio Calabria, non aveva mai perso. Siamo felici di aver iniziato l’anno nel migliore dei modi, in attesa di ritornare in campo già venerdì, sperando di recuperare subito le forze e le energie necessarie».

I TABELLINI
GIVOVA SCAFATI 94
ANGELICO BIELLA 80
GIVOVA SCAFATI: Di Palma n. e., Crow 13, Fantoni 14, Naimy 19, Baldassarre 18, Ammannato 16, Panzini 1, Perez, Matrone, Santiangeli 13. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Di Martino Umberto.
ANGELICO BIELLA: Ferguson 22, Hall 27, Massone n. e., Venuto 8, Pollone, De Vico 7, Udom 8, Wheatle 6, Rattalino n. e., Tessitori 2, Pasqualini n. e.. ALLENATORE: Carrea Michele. ASS. ALLENATORE: Viola Francesco.
ARBITRI: sig.ri Nicola Beneduce di Caserta, Boscolo Enrico di Chioggia (Ve) e Solfanelli Leonardo di Livorno.
NOTE: Parziali: 28-21; 21-17; 17-26; 28-16. Tiri dal campo: Scafati 30/55 (55%); Biella 28/70 (40%). Tiri da due: Scafati 14/29 (48%); Biella 15/33 (45%). Tiri da tre: Scafati 16/26 (62%); Biella 13/37 (35%). Tiri liberi: Scafati 18/23 (78%); Biella 11/14 (79%). Falli: Scafati 22; Biella 24. Usciti per cinque falli: Crow, Naimy, De Vico, Udom, Tessitori. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Scafati 34 (30 dif.; 4 off.); Biella 32 (20 dif.; 12off.). Palle recuperate: Scafati 3; Biella 8. Palle perse: Scafati 12; Biella 12. Assist: Scafati 20; Biella 11. Stoppate: Scafati 2; Biella 2. Spettatori: 2.000 circa.