DETTAGLIO NEWS
16-03-2017 - Cronaca
Con “BenEssere giovani” i comuni di Boscoreale, Boscotrecase e Trecase impegnati a offrire nuove opportunità di crescita ai giovani

~~Sarà il raggruppamento composto da Netcon Srl, quale capofila, dall’associazione giovanile Unec, dalla Federazione Provinciale Coldiretti Napoli, e dalle aziende Sorrentino Vini, Vitivinicola Cantine del Vesuvio e Tonnellerie Epistolato Sas., ad affiancare i comuni di Boscoreale, Boscotrecase e Trecase, che hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per partecipare in forma associata all’avviso pubblico “Benessere Giovani – Organizziamoci - Manifestazione d’interesse per la realizzazione di Attività Polivalenti”, emanato dalla Regione Campania. 
Con “BenEssere giovani” la Regione Campania promuove la linea d’intervento “Organizziamoci”, che mira a sensibilizzare e accompagnare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa, alla loro autonomia e all'acquisizione di esperienze e competenze utili a favorire la loro crescita personale, la cittadinanza attiva e la conoscenza dei territori, e a dare spazio alle loro propensioni artistiche e creative.
La proposta formativa che i tre comuni vesuviani, affiancati dal raggruppamento di associazioni e aziende, puntano a realizzare, investe le seguenti attività: laboratori relativi a percorsi di sostegno e accompagnamento alla creazione d'impresa e al lavoro autonomo nel campo dell'agricoltura di qualità e del turismo; laboratori educativi e culturali, finalizzati a promuovere attività di animazione giovanile per la crescita personale e l’integrazione sociale dei giovani sui temi dell'educazione ambientale e tutela del paesaggio; laboratori esperienziali nei quali i giovani, coinvolti nelle attività del progetto, parteciperanno in situazioni di esperienze pratiche, presso le stesse imprese del partenariato ovvero in altre imprese agricole, agroalimentari e del turismo adeguatamente selezionate; esperienze finalizzate all’acquisizione di abilità che potranno indirizzare al meglio le scelte giovanili.
Ora si attende solo che il progetto sia accolto e finanziato dalla Regione Campania, per avviare le attività laboratoriali.