DETTAGLIO NEWS
04-12-2017 - Cronaca
Il Natale in Santuario: le celebrazioni, i presepi e la musica

~~È un programma intenso quello preparato dal Santuario di Pompei per il periodo di Natale. Iniziato con la Novena dell’Immacolata, recitata all’alba di ogni giorno dal 29 novembre al 7 dicembre, proseguirà proprio alla vigilia del giorno dell’Immacolata Concezione, con l’inaugurazione, alle 18, delle luminarie natalizie nelle aree interne ed esterne del Santuario e quella dei tanti presepi che quasi permettono, con la loro capacità evocativa, di sentirsi nella Betlemme di oltre duemila anni fa. Opere preziose, per la gran parte appartenenti alla ricca tradizione presepistica napoletana del ‘700, a cominciare dalla raffigurazione della Natività, realizzata a grandezza naturale, nei sotterranei del Centro educativo “Bartolo Longo”. Assieme al Presepe Monumentale e alla Mostra che comprende presepi di vari artisti locali e internazionali, alle 18 del 7 dicembre saranno inaugurati anche i presepi del piazzale San Giovanni XXIII e quelli della “Sala delle offerte” e del Museo. Il 16 dicembre, invece, alle 6.30, con l’inizio della Novena di Natale, sarà inaugurata, al suono delle zampogne, la Natività allestita in Basilica.
Altro appuntamento di questo Natale 2017 è la mostra fotografica “Bartolo Longo, profeta di Maria a Pompei”, che sarà inaugurata il 13 dicembre presso il Centro Educativo a lui intitolato, dove resterà fino al 7 gennaio.
Al centro di due eventi, in vista del Natale, saranno, poi, i giovani di Pompei e non solo. Venerdì 15, infatti, il Servizio per la Pastorale Giovanile, diretto da don Ivan Licinio e Vittorio Tufano, incontrerà i ragazzi alle 20.15 per un apericena presso l’atrio del comune. L’evento, “Le cose che abbiamo in comune”, sarà l’occasione per spiegare loro il prossimo Sinodo dei Vescovi che li vedrà protagonisti. Alle 22, poi, musica live con band giovanili pompeiane, a cura del Forum dei Giovani di Pompei, che ha organizzato per loro la Silent Disco: ogni giovane avrà delle cuffie con la musica preferita e potrà ballare senza disturbare. Il 22 dicembre, invece, il Sinodo sarà presentato agli studenti del Liceo Pascal di Pompei, ai quali, nell’occasione, farà gli auguri di un sereno Natale l’arcivescovo Caputo.
La musica avrà un ruolo importante nel creare le atmosfere natalizie, che aiutano a pregare con un più grande coinvolgimento. Il Complesso bandistico “Bartolo Longo-Città di Pompei” offrirà il tradizionale concerto dedicato alla nascita del Redentore, alle 20 del 16 dicembre, in Basilica; alle 19 del 26 dicembre, invece, al Teatro Di Costanzo-Mattiello, l’Associazione regionale “Cori Campani” proporrà i canti della tradizione in un’esibizione dal titolo “Christmas Song”.
In Basilica, la veglia del 24 dicembre avrà inizio alle ore 23.15. A mezzanotte sarà l’Arcivescovo di Pompei, Mons. Tommaso Caputo, a presiedere la Messa nella Notte santa. L’indomani, il Prelato officerà la celebrazione di Natale alle 11.
A fine anno, si rinnoverà il rito del “Te Deum”. Presiederà, alle 17, l’Arcivescovo Caputo che, il 1° gennaio alle 11, celebrerà la Messa nella festa di Maria Santissima Madre di Dio, nella quale si celebra anche la 51ª Giornata Mondiale della Pace, cui Bartolo Longo dedicò la Facciata del Santuario, inaugurata nel 1901. Dopo la messa, sarà posta una corona di fiori ai piedi della statua della Madonna del Rosario posta in cima alla Facciata.