DETTAGLIO NEWS
03-02-2018 - Cronaca
DOMENICA 4 FEBBRAIO PRIMO APPUNTAMENTO CON IL MERCATO DELLA TERRA


Gli agricoltori del circuito Slow Food Vesuvio, che lavorano secondo i principi del buono, pulito e giusto, ai loro banchetti esporranno in vendita un'ampia varietà di frutta e verdura fresca, conserve, carni, prodotti caseari, uova, miele, dolci, pane, olio, vino, ogni prodotto che appartiene alla cultura alimentare locale. Prodotti coltivati con tutti i criteri di agricoltura biologica e sostenibile, nel rispetto dell'ambiente e seguendo la stagionalità.
Al Mercato partecipano agricoltori e produttori di varietà che rischiano di scomparire e che Slow Food ha deciso di preservare attraverso un importante progetto internazionale, che sta salvando dall’estinzione decine di varietà vegetali e animali.
A ogni appuntamento mensile Slow Food Vesuvio presenterà un laboratorio del gusto per raccontare un prodotto, un cibo, una pietanza, con la collaborazione di un ristoratore che ha aderito all’Alleanza dei Cuochi e dei pizzaioli Slow Food. All’appuntamento di domenica, la giornalista enogastronomica Marina Alaimo e il ristorante Cieddi’ di Portici, presenteranno la minestra maritata. Storia, tradizione vesuviana e piccola degustazione della minestra. La degustazione è prevista per le ore 12:00.
All’interno dell’area del Mercato sono previsti anche laboratori didattici tenuti dal gruppo Formatori della Condotta Slow Food Vesuvio. Domenica, dalle ore 10:30 alle ore 11:30, saranno proposti  due laboratori interattivi per gli studenti sui temi legati al cibo, all’agricoltura vesuviana e ai sapori. Primo laboratorio: semi, legumi e biodiversità. Secondo laboratorio: la stagionalità e la geografia dei prodotti vesuviani.
L’evento si associa pure con l’appuntamento della Domenica al Museo. Gli ospiti del Mercato della Terra potranno, infatti, visitare gratuitamente l'Antiquarium "Uomo e ambiente nel territorio vesuviano", che sorge nell’area archeologica di Villa Regina, poco distante da piazza Vargas, in un tour dall'agricoltura degli antichi vesuviani all'agricoltura vesuviana contemporanea.

~I visitatori potranno raggiungere agevolmente piazza Vargas, l’antica agorà cittadina già sede a inizio novecento della fiera settimanale, che offre ampi parcheggi e sorge a poche decine di  metri dalla stazione della Circumvesuviana, linea Napoli – Pompei – Poggiomarino.