DETTAGLIO NEWS
04-05-2018 - Cronaca
Pompei: Approvato lo Schema di Bilancio 2018/2020 ora si va in Consiglio Comunale

~~Ventiquattro ore e tutti i dubbi e le preoccupazioni delle settimane scorse sono stati spazzati via.
Stamattina, alle 11,30,  il Commissario ad acta Rita D’Elia ha proceduto all’approvazione definitiva dello Schema di Bilancio 2018/2020, e come previsto nel decreto di nomina, l’ha messo a disposizione dei consiglieri affinché provvedano alla ratifica definitiva in Consiglio Comunale.
Si tratta dell’ultimo atto di una procedura che era già stata avviata ieri, quando, dopo più confronti tra il Commissario, il Segretario Generale di Comune di Pompei Monica Siani, il dirigente del settore Affari Generali dott. Eugenio Piscino, il vicesindaco Carmine Massaro (assessore al Personale), e il Collegio dei Revisori dei Conti, si era arrivati alla conclusione che la delibera inerente il fabbisogno del personale (atto propedeutico all’adozione dello schema di bilancio) poteva essere approvata così come articolata originariamente.
Nessun errore, nessuna forzatura. Solo ‘interpretazioni’ diverse che ora verranno sottoposte alla Corte dei Conti proprio su richiesta del Segretario Generale che ha proposto al gruppo di lavoro di subordinare l’inizio delle procedure all’emissione della pronuncia da parte della sezione controllo della Corte dei Conti, appunto.
“Insomma – ha spiegato il sindaco Pietro Amitrano – nessun errore da parte nostra. Ma per stare più tranquilli, fare le cose nel migliore dei modi, e trovare un ‘’equilibrio’ tra le possibili interpretazioni di un atto del genere, abbiamo anche chiesto il parere della Corte dei Conti e la proposta è stata approvata in Giunta. Ora l’iter di approvazione del Bilancio va avanti come previsto e senza più intoppi. Lo porteremo in Consiglio per l’approvazione finale, insomma. E’ una piccola soddisfazione personale, nei confronti di chi ha sparato a zero troppo frettolosamente. Manca un ultimo tassello, ormai. Dopo l’approvazione ricominceremo a lavorare senza polemiche e rancori”.