DETTAGLIO NEWS
02-08-2018 - Cronaca
POMPEI: UN PROGETTO PER CAMBIARE IL VOLTO DELLA CITTÀ
Interventi di compatibilizzazione urbana della linea ferroviaria di Pompei (Santuario)

Pompei diventerà la più grande isola pedonale della Campania

Pompei. Presentato oggi il nuovo progetto di riqualificazione ferroviaria e urbana che cambierà il volto del territorio vesuviano e trasformerà la città nella più grande isola pedonale della Campania.

L’incontro si è tenuto nell’aula consiliare di Palazzo De Fusco. Alla conferenza di servizi, oltre ai dirigenti dell’Eav, al sindaco di Pompei Pietro Amitrano e ai dirigenti, consiglieri e assessori del Comune, hanno partecipato tutti i soggetti coinvolti nell’intervento (dalla Città Metropolitana, all’Unità del Grande Progetto Pompei), che potrebbe partire già agli inizi del 2019.

A caratterizzare il progetto la nuova accessibilità al territorio, il decongestionamento del centro cittadino con la creazione, appunto, di una maxi isola pedonale, la soppressione dei passaggi a livello e l’ammodernamento tecnologico della rete ferroviaria.

Il Piano è stato presentato dal direttore Investimenti EAV ing. Fiorentino Borrello e, come annunciato, dal Presidente EAV dott. Umberto De Gregorio, secondo il quale “un intervento del genere risolve i gravi problemi della città di Pompei, dopo anni di incertezze tecniche ed amministrative, superate, finalmente, dall’ottima collaborazione con l’amministrazione Amitrano”.

Soddisfatto anche il consigliere regionale Mario Casillo: “E’ stata una battaglia importante, finalmente vinta. Questo progetto nasce dalle ceneri di un intervento che fu bloccato dalla Giunta Caldoro. Siamo stati determinati e testardi, ci abbiamo creduto e oggi abbiamo un nuovo Piano che avrà una valenza urbanistica enorme per tutto il territorio vesuviano. Nessun interramento, riqualificazione di una stazione storica come quella che conduce al Santuario e realizzazione di un’isola pedonale che equipara Pompei alle grandi città d’arte d’Italia. Insomma, un intervento più complesso e impegnativo, che però costerà molto meno. E la cosa ancora più importante è che possiamo partire già agli inizi del 2019”.

 

“Sono soddisfatto – ha dichiarato il primo cittadino di Pompei, Pietro Amitrano - per noi si tratta di una vittoria importante che conclude un lavoro durato mesi e che aveva subito troppi stop in passato.

Una Pompei ‘sostenibile’, che tenga conto anche del superamento delle barriere architettoniche, era priorità di questa gruppo politico già in campagna elettorale, ed è addirittura ‘emergenza’ ora che abbiamo avuto l’onere e l’onore di guidare questa città.

Noi puntiamo ad una città che favorisca l’accessibilità senza congestionare il traffico veicolare di routine, desideriamo un traffic calming che permetta di far respirare un centro che si confronta ogni anno con milioni di visitatori, intendiamo lavorare per una mobilità sostenibile che includa funzionalità, qualità ambientale, riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico, riduzione del consumo di territorio, e che finalmente, contempli una combinazione ottimale di vari sistemi di trasporto…

Con questo progetto otteniamo tutto in un solo colpo, e per la prima volta, possiamo concentrarci su un piano che tiene conto delle esigenze del nostro territorio e delle nostre risorse turistiche e culturali, senza che le une sacrifichino le altre. Un progetto lungimirante, attento alle istanze della città e prodotto di una lezione del passato che per troppi anni era stata ignorata.

Oggi il modello ideale del sistema dei trasporti è la mobilità sostenibile. Ma occorre incoraggiare anche gli investimenti nelle nuove infrastrutture perché è la condizione necessaria e inevitabile per migliorare la qualità della vita urbana, e la qualità della vita in generale.

Ben venga, dunque, il confronto di oggi su un progetto dal quale ci aspettiamo molto e che può aiutare a cambiare il volto di Pompei”.