DETTAGLIO NEWS
16-02-2019 - Sport Volley
Vesuvio Oplonti Volley: Angelo Cirillo nuovo presidente “Grazie per la fiducia"

Il giovane ingegnere Angelo Cirillo nuovo presidente del Vesuvio Oplonti Volley: “Grazie per la fiducia. Onorero' e porterò avanti la passione, i principi e i valori che ci contraddistinguono da 37 anni, guardando a un futuro molto ambizioso”

 

Il 2019 sarà un anno da ricordare in casa Vesuvio Oplonti Volley, un anno che segna un cambiamento importante: il Consiglio Direttivo ha nominato il nuovo presidente, individuato nel giovane ingegnere Angelo Cirillo. Il nuovo numero uno del club succede dopo diversi anni alla dott.ssa Iolanda Villani, è diventato ad oggi il più giovane presidente di una società di volley della regione Campania.

Subito chiari gli obiettivi, come spiega lo stesso Ing. Cirillo: “Innanzitutto ringrazio la dott.ssa Iolanda Villani e l’intero consiglio direttivo per la fiducia riposta in me. Sicuramente è un cambiamento, ma più nella forma che nella sostanza, a mio avviso. Farò di tutto per onorare e portare avanti quanto di fantastico fatto con passione, principi e valori encomiabili in questi lunghissimi 37 anni dalla mia famiglia e dagli amici di sempre. Sono un grande appassionato di sport, anche se di professione faccio tutt’altro. Sin da piccolo ho conosciuto il mondo del volley, grazie a mio zio che è fondatore, cuore e anima dell’Oplonti ”.

 

Il Vesuvio Oplonti Volley conta, infatti, su una storia ultratrentennale: fondata nel 1982 da Carmine Arpaia, ha militato in serie B maschile e oggi conta su una squadra di serie C, serie D e prima divisione femminile, oltre che diverse squadre giovanili maschili e femminili che rappresentano il futuro dell’Associzione. Inoltre già da qualche anno ha intrapreso percorsi nelle scuole per l’avviamento allo sport, creando quel legame importante ma a volte trascurato tra lo sport e i bambini sin da piccoli.

 

“Ho iniziato con umiltà a studiare e imparare “sporcandomi le mani”:dietro il tappeto di gioco c’è un vero e proprio mondo, che include dinamiche di gruppo e sociali, aspetti fiscali e burocratici, programmazione, organizzazione e tantissimo altro che vede coinvolte più di duecentocinquanta persone ad oggi; forse è proprio tutto l’insieme che mi ha affascinato e spinto a mettermi in gioco.

Stiamo cercando di migliorarci, stiamo crescendo tanto e velocemente quindi il compito diventa sempre più duro, ma siamo sulla strada giusta. Chi mi conosce sa che sono ambizioso e che non mi piace solo partecipare o divertirmi, quindi darò il massimo insieme alle persone di sempre che compongono la famiglia del VOV e alle nuove, per arrivare (almeno questo è l’obiettivo) molto lontano da qui a qualche anno. Amo condividere e lavorare in gruppo, soprattutto mi piacciono i numeri, gli unici dati certi e spero che da qui a qualche anno saranno loro a parlare. Abbiamo tanto da fare, ma ci sono le giuste motivazioni e, seguendo la strada tracciata fino ad ora, proviamo a costruire un futuro vincente, grazie anche a collaborazioni mirate che già da qualche mese abbiamo iniziato a siglare”