DETTAGLIO NEWS
09-12-2012 - Sport
LegaDue Basket: Scafati in striscia positiva. Battuta anche Casale.

Ritorno amaro per coach Giulio Griccioli nella sua Scafati. L’ex coach scafatese ritorna sul parquet del MPrime PalaMangano, parquet che tante volte gli ha portato fortuna nelle passate due stagioni, con la sua nuova squadra, dovendo fare a meno di uno dei suoi colored, ai box per infortunio. Applausi a scena aperta nel pre-partita, un giusto tributo della Scafati cestistica ad uno dei migliori allenatori passati alla corte del duo dirigenziale Rossano-Longobardi. L’intero pubblico in piedi e la dirigenza tutta che applaude l’ex di turno: scene emozionanti a conferma che in questa pallacanestro odierna possono crearsi rapporti umani duraturi e ben sinceri. Alla palla a due si torna avversari e Griccioli è sempre lui. In panca ad incitare e a guidare la carica dei suoi. La Novipiu’ parte bene tenendo botta ai gialloblu’ con un ispirato Malaventura e un redditizio Casper Ware(mattatore di giornata con 28 punti a referto). Scafati non sta a guardare e trova punti importanti dai suoi due Usa. I primi minuti di seconda frazione sorridono i viaggianti che ancora con Ware ed un ispirato Martinoni spingono il piede sull’acceleratore raggiungendo le dieci lunghezze di vantaggio. Bartocci chiama i suoi a raccolta. Detto, fatto. Parziale di 21-6 per la Givova e al 20’ i gialloblu’ conducono di 5 lunghezze(43-38). Rientrati dagli spogliatoi, Casale non vuol proprio saperne di mollare. Scafati ha dalla sua un Mays in serata di grazia(27 punti con 12/17 al tiro)e un Ghiacci bravo a capitalizzare. Malaventura e il solito Ware riescono a contenere gli affondi scafatesi. Al 30’ è 66-62 Scafati. I padroni di casa provano a scappare con il solito Mays e un sempre piu’ convincente Sorrentino ma Casale è brava a rimanere a galla con un Ware a dir poco immarcabile, vera a propria spina nel fianco per la difesa scafatese. Alla fine ci pensano Mays e Sorrentino ad archiviare la pratica tra gli applausi dell’intero MPrime PalaMangano e il tabellone luminoso che segnala 86-80 per la Givova. Terza vittoria consecutiva dell’era Bartocci. Ora neanche il tempo di ricaricare le pile prima di tuffarsi e preparare la prossima sfida in quel di Verona.

 

Giulio Griccioli(Coach  Novipiu’ Casale Monferrato):”Ringrazio Rossano, Longobardi e i tifosi tutti che mi hanno accolto davvero alla grande. Alla palla a due l’emozione è finita: la squadra ha iniziato bene in un campo difficile e in una situazione per noi difficile. Quando eravamo sul +10 abbiamo sbagliato dei tiri aperti: non posso dire che abbiamo attaccato male. Scafati sul -10, diversamente, ha fatto un parziale davvero impressionante. Sono, però, contento della prestazione della mia squadra: certo ci sono delle cose su cui dobbiamo lavorare(abbiamo avuto dei cali di energia), però, stiamo crescendo senza il nostro americano senza cambiare il nostro modo di fare. Ovviamente, complimenti a Scafati.”

 

Maurizio Bartocci(Coach Givova Scafati):”Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile: Casale è davvero un’ottima squadra. Siamo in un buon momento, in fiducia e il gruppo sta prendendo coscienza dei propri mezzi. Abbiamo fatto male un paio di cose: troppe palle perse causate da passaggi stupidi. Abbiamo, poi, concesso anche 7 rimbalzi in attacco nei primi due quarti, concedendo troppo seconde chance di tiro ai nostri avversari. Nel secondo tempo quando abbiamo mosso la palla abbiamo creato dei buoni tiri: purtroppo, però, sotto pressione, sotto stress facciamo fatica a muovere la palla. Abbbiamo giocato e vinto contro una signora squadra. La zona? L’avevamo provata in settimana: è un’arma tattica che dobbiamo imparare ad usare. Difficoltà a difendere Ware?All’inizio siamo andati ad aggredirlo lontano da canestro: Mays non era al meglio fisicamente e faceva fatica a mantenere uno scivolamento. Lui è un generoso: si allena anche quando non dovrebbe. Porta? Dovrebbe rientrare per la prossima partita in casa: non abbiamo fretta. La classifica ci da la possibilità di respirare.”