DETTAGLIO NEWS
11-06-2013 - Arte & Cultura
Diventare artisti in concomitanza alla 55maBiennale di Venezia

Il Museo d'Arte Contemporanea Italiana in America (M.A.C.I.A.), con il patrocinio della Repubblica Italiana e dell’Ambasciata della Repubblica di Costa Rica, presenta la mostra di Arte Contemporanea Symphonie de Couleurs II, curata dal Prof. Gregorio Rossi. Nell'ambito di tale iniziativa si colloca La stanza del colore di Anna Seccia.

 

Chi volesse essere protagonista e coautore dell'opera d’arte pittorica collettiva che verrà realizzata, può partecipare gratuitamente al prestigioso progetto veneziano domenica 9 giugno dalle ore 16,30 alle ore 19,00. Per partecipare, non è necessario essere pittori in senso tecnico ed artistico: basterà affidarsi all’artista Anna Seccia, all’energia del colore e del suono per essere rapiti naturalmente in un vortice creativo.

L'estro collettivo sarà ispirato dalla musica appositamente composta dal maestro Antonio Cericola, compositore tra i più stimati dell'ultima generazione.

 

L’evento non è solo la mostra di diversi artisti (tra i quali figura anche Franco Battiato) ma un salotto per l'arte, un luogo d’incontro e di divulgazione culturale.

Con questa intenzione come location è stato scelto lo storico Palazzo Merati, tipico salotto del Settecento veneziano dove visse per anni Giacomo Casanova e la sua famiglia.

 

L'happening si svolge all’interno dell’importante cornice della 55ma esposizione Internazionale d'arte della Biennale di Venezia garantendo, così, massimo risalto alle opere di pittura, scultura e fotografia degli artisti selezionati dalla commissione interna al Museo.

 

L’opera prodotta sarà inclusa nel prestigioso catalogo curato da Gregorio Rossi che  vanterà i seguenti avalli: Stemma della Repubblica Italiana, patrocinio dell'Ambasciata della Repubblica di Costa Rica presso il Quirinale, logo del M.A.C.I.A. e inserimento nella collana editoriale del Museo d'Arte Contemporanea Italiana in America.

 

L’0pera rimarrà esposta a Palazzo Merati fino al 31 luglio per poi essere fragmentata in sei parti destinate a prestigiosi Musei.