DETTAGLIO NEWS
12-06-2013 - Arte & Cultura
Il corto “Faito ore 9.00” sbarca a Santa Maria la Carità

L'edizione del Santa Maria Expò 2013, fiera memorabile della regione campana ospitata per quest’anno nel Comune di Santa Maria la Carità, sabato 8 Giugno ha accolto sul suo palco uno spettacolare scenario di eleganza e talento che ha visto protagonista un'associazione che di moda se ne intende, la MODA GOLD cui presidente Alfonso Somma; da pochissimo ha finalizzato un progetto cinematografico "Faito ore 9.00", nuovo cortometraggio partenopeo girato tra Pompei,Castellammare e Monte Faito, ideato dal regista Giuseppe di Salvatore in collaborazione con l’Ass. culturale FD Viviani di Ferdinando D' Antuono. Una serata d'effetto dove ha predominato il  connubio moda-cinema con la proiezione del corto unita alla presentazione di tutti i nuovi volti ‘modagold’, tra questi hanno spiccato: Alfonso Langella, Rosaria Cozzolino,Giuseppe di Matteo, Alessio Giglio, Vincenzo D’Auria ; tutti hanno reso questo evento speciale affascinando il vasto pubblico con un defilè di grande stile. Omaggiati con Pergamena il regista G. Di Salvatore, il coproduttore F. D' Antuono, la responsabile della stampa Roberta Bracciale e l'intero cast dei protagonisti: Roberto Granata, Domy Roma, Alessandro Aprea, Melinda Romano e Annalisa Longobardi; giovani sognatori che hanno affrontato  con grande dedizione al lavoro questa nuova ed avvincente esperienza nel modo del cinema, del tutto ignoto per loro fino ad oggi. Altre premiazioni per le modelle dell'associazione che hanno partecipato al concorso Miss SantaMariaExpò 2013 : Claudia Capoluongo con la fascia di miss Moda Gold , altra fascia di Miss Teatro, consegnata a Giusy Festoso, ancora, Anna Donnarumma vincitrice della fascia Miss Moda Mare Eman, invece, ad indossare la fascia di Miss MSC crociere,Federica Laquitana. Protagonista di un'inaspettata, ma graditissima sorpresa è stata lei, una giovanissima modagold di appena 14 anni Annalisa Auriemma, scelta personalmente dal noto regista Rai Nicola Spanò come componente nel suo nuovo film . " E' davvero una grande soddisfazione vedere i risultati di tutto l'impegno che mettono i miei ragazzi in ogni progetto, sono contento di come sia andata la serata e di quanto pubblico ci abbia acclamati, ringrazio tutti e in particolare coloro che credono in ModaGold. - confessa il presidente Alfonso Somma- Non potevo sperare di meglio." -conclude.

Di seguito due brevi interviste ai protagonisti di “Faito ore 9.00”:

 

Roberto Granata:

E' il tuo primo esordio nel mondo del cinema?

“No. Ho esordito con comparse speciali nel film "Napoli Asso di Cuori " e scelto come attore della Serie tv: The Family Bang . Questa però è stata la mia prima esperienza da protagonista e voglio ringraziare Alfonso Somma , produttore del cortometraggio senza il quale non avremmo avuto neanche la possibilità concreta di realizzare questo cortometraggio, ma anche per la passione e la pazienza tutti i collaboratori che mi hanno sopportato per questi tre faticosi giorni all'insegna di duro lavoro e sacrificio . Una bella squadra direi !”

Descrivi il tuo personaggio

“Il mio ruolo è quello di un semplice adolescente , Stefano , il quale per non ritardare all'appuntamento fissato da Gaia , di cui è pazzamente innamorato , si ritroverà in un bivio . Si pensa sempre che l'uomo sia duro, insensibile, incapace di esternare le proprie emozioni , in realtà Stefano rappresenta l'eccezione poiché non si vergogna a mostrare i suoi sentimenti e le sue sensazioni.”

Cosa hai acquisito da questa esperienza?

“Quest’ esperienza ha arricchito molto il mio bagaglio culturale ed è comunque stata anche molto divertente, avendo svolto un’attività nuova e passato bei momenti di collaborazione con i compagni. inoltre io ho riconosciuto in me delle cose, poi le stesse le ho fatte esaminare a dei professionisti che mi hanno saputo dire se in me c'era o meno un qualcosa da dare, di interessante. E così mi sono lanciato, con modestia e molta umiltà dal momento che questa è una carriera dove se si è bravi si va avanti.”

Quanto ti rispecchia il tuo personaggio nella vita reale?

“Interpreto un personaggio diverso e lontano dalle mie corde anche se riesco a vedere qualcosa che mi appartiene , proprio per questo è più divertente e stimolante . A differenza di Stefano , sicuramente per me non è semplice esternare le mie sensazioni, dal momento che fin da piccolo mi è stato insegnato che se ci si fa male non bisogna piangere perché si è maschio! Nonostante ciò riesco a prendere decisioni delicate, affrontare momenti difficili e sostenere la mia partner nel momento del bisogno.”

 

 

 

9)Ti ritieni soddisfatto del risultato ottenuto?

“Moltissimo. D'altronde è un'iniziativa innovativa per indirizzare noi giovani verso il mondo del cinema .Inoltre, sono convinto del fatto che, se si fanno le cose con il cuore, non si può sbagliare completamente. Il prodotto finale potrà venire più o meno bene, ma non sarà mai una catastrofe!”

 

Domy Roma:

Qual'è stato il tuo primo pensiero al momento della comunicazione dei protagonisti di FAITO ORE 9.00?

“Il primo pensiero è stato:" ma sicuro che sono io la protagonista??Non è che si sono sbagliati?Poi nel momento in cui mi hanno confermato il tutto ho fatto i salti di gioia.”

Una caratteristica per te indispensabile per affrontare questo lavoro.

“La serietà è alla base di tutto, però con tanta pazienza e tanto impegno si può affrontare qualsiasi cosa; questo lavoro richiede dedizione ed una continua voglia di migliorarsi e apprendere, che penso sia il giusto mix di umiltà e sfrontatezza necessario.”

Ti piacerebbe prendere parte ad altri progetti di questo tipo?

“Sicuramente. E' sempre bello partecipare a progetti di questo tipo in modo da poter ampliare la mia conoscenza in questo settore. Tra l'altro diventare attrice è sempre stato uno dei miei sogni.”

7)Quale scena hai ritenuto più semplice da fare e quale invece ti è costata più fatica?

“Essendo la mia prima esperienza, all'inizio è stato un po’ difficile integrarmi nell'ambiente e quindi tutto sembrava complicato. La mia prima scena è stata impegnativa ma non difficile da interpretare, invece quella dello schiaffo,apparentemente facile, è stata quella più faticosa.”

Chi ti senti di ringraziare?

“In primis ringrazio il produttore Alfonso Somma che ha creduto in noi dandoci questa bellissima opportunità, a seguire il regista Giuseppe di Salvatore, coproduttore Ferdinando D’Antuono, fotografo ufficiale Claudio di Capua, addetto stampa e tutti gli altri protagonisti e collaboratori per i bei momenti passati insieme.”