DETTAGLIO NEWS
13-09-2013 - Arte & Cultura
AL MASCHIO ANGIONO CALDA L’ACCOGLIENZA PER “POMPEI SOSPESA”
MOMENTI DI SUSPENSE CON INTENSO MESSAGGIO FINALE LEGATO ALL’ATTUALITA’

Pompei sospesa” ha segnato il ritorno in grande stile dell’attrice Gilda Arpino sul palcoscenico. Un ottimo debutto, nella splendida cornice dello storico castello del Maschio Angioino di Napoli, quello di giovedi 12 settembre 2013.

La prima teatrale del nuovo spettacolo, di cui l’attrice di Vico Equense è sia regista che protagonista, è stata infatti segnata da una grande affluenza del pubblico partenopeo. Platea coinvolta ed incantata dalla maestria con cui l’attrice si è cimentata in questo doppio ruolo.

Momenti di forte suggestione, grazie anche alla bravura degli altri attori non protagonisti, Barbara Bovoli e Mario Ermito – quest’ultimo al debutto in teatro dopo tanta televisione.

La storia, legata al confronto fra la Pompei classica e quella moderna, è un vissuto carico di pathos e di messaggi legati all’attualità, affidati alle parole della sacerdotessa Sabina (Gilda Arpino).

Ottima performance anche quella di Barbara Bovoli (Eva, l’archeologa) nonché dell’esordiente Mario Ermito (Claudio, il pescatore).

Dal monologo iniziale della protagonista Gilda Arpino al messaggio finale lasciato alla gente in platea, la serata napoletana si è così rivelata un momento di profonda riflessione.

«L’indifferenza può creare tantissimi danni, gli scavi di Pompei stanno cadendo a pezzi. Non possiamo perdere l’enorme patrimonio artistico-culturale che Pompei possiede» è stata l’esortazione con cui Gilda Arpino si è congedata dal pubblico, molto coinvolto da questo finale di suspense.

Atmosfera fantastica per una serata speciale, resa tale anche dalle coreografie di “Impero danza ballet” e dalle musiche di Lino Cannavacciuolo.

Archiviata con soddisfazione la prima uscita napoletana “Pompei sospesa” da’ appuntamento a tutti per il prossimo 4 ottobre 2013, presso il teatro Armida di Sorrento (NA).